Ordine dei giornalisti: «Apriamo l’accesso a chi lavora nell’informazione sul web»

Ordine dei giornalisti: «Apriamo l’accesso a chi lavora nell’informazione sul web»

Social media manager, esperti seo e altre figure che si occupano sul web delle varie articolazioni del lavoro di informazione potranno essere riconosciuti come giornalisti e, quindi, avere le stesse tutele professionali e di welfare. È l’ipotesi di riforma sulla quale ha avviato una riflessione il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti eletto un anno fa

Pasqua in lockdown tra auguri, attese e impegni

Pasqua in lockdown tra auguri, attese e impegni

Seconda Pasqua consecutiva in lockdown. Gli auguri che rivolgo a voi e ai vostri cari per le prossime festività sono un’occasione per rimarcare l’utilità che le tecnologie telematiche ci offrono per mantenere il contatto sociale, al di là del distanziamento fisico impostoci dalla pandemia in atto da più di un anno. Ma anche per dare un senso concreto all’auspicio di serenità che nasce dal clima pasquale ricordandoci le attese di chi lavora nella professione giornalistica e gli impegni che attendono noi che ne abbiamo la rappresentanza.